domenica 19 ottobre 2014

Undici risposte sulla scrittura – Liebster Award 2014


Non sono una grande amante delle catene on-line, ma il gioco che mi propone il blog Aspirante Scrittore mi sembra simpatico e poi, ammettiamolo, ogni scusa è buona per parlare di scrittura.
Veniamo alla regole del gioco.
Il Liebster Award è un premio realizzato su misura per i piccoli blog, quelli con meno di 200 followers.
Per proseguire dovrei a questo punto nominare a mia volta 11 piccoli blog. 
Io a questo sono sempre in imbarazzo, perché, appunto, la catena non mi fa simpatia, ma mi piacerebbe porre le undici domande a cui ho diritto ad alcune amiche blogger. E quindi, senza ansia o la necessità di sentirsi obbligati, passo la palla a
(Immaginate che siano undici)

Passo quindi alle domande che mi vengono poste da Aspirante Scrittore:

1– A che età hai iniziato a scrivere?
Tardi. In quanto dislessica e disortografica sono arrivata in ritardo già sulla scrittura canonica, ho iniziato a superare il blocco iniziale solo verso la fine della seconda elementare, convinta, però, che se pure scrivere si doveva, io l'avrei fatto il meno possibile.
A scrivere per il piacere, come possibilità di dare vita alle mie storie sono arrivata molto, molto più tardi,  al primo anno di università, verso i 19 anni, quindi.

2– Come ti vedi tra trent'anni?
Ancora viva, spero. Con i capelli bianchi, che probabilmente non tingerò, tanti gatti, magari dei figli e persino, perché no, dei nipoti e ancora con delle storie da raccontare.

3– Il libro che ti è rimasto nel cuore?
Il mio cuore di lettrice è grande e c'è spazio per molti libri. Se devo sceglierne uno, quello il cui incipit accompagna questo blog La mano sinistra delle tenebre – U. K. Le Guin

4– Il libro peggiore che hai letto?
Difficile definire un peggiore che prescinda dai gusti personali e dal momento. Però ecco, il secondo tomo della saga di Twilight si piazza piuttosto in alto in una mia personale classifica di pessimi libri.

5– Parlami del tuo rapporto con gli avverbi che finiscono in –mente
Li amo. Non riesco a capire tutta la cattiveria che c'è nei loro confronti, manco avessero ucciso qualcuno. Potrei anche fondare un comitato per la loro riabilitazione.

6– Casa editrice o autore indipendente?
Mai dire mai, sia chiaro, però per il momento casa editrice. Non ho il tempo, le energie e le competenze per darmi al self.

7– I tuoi libri: gratis e letti da tanti oppure poche copie vendute a pagamento?
Tante copie vendute non si può?
Non vorrei fare la snob cattiva, ma la scrittura, l'editing e il lavoro editoriale hanno un loro valore in termini di tempo ed energie e pertanto andrebbero retribuiti. Posso regalare una storia, un racconto, ma non tutte le storie e tutti i racconti, proprio come un panettiere non potrebbe regalare tutte i suoi filoncini.

8– Quanto tempo dedichi alla settimana a blog e social?
Mai quantificato, al blog un'oretta ogni due giorni ci va, quindi 3/4 ore settimanali, se c'è tempo anche di più.

9– Twitter, Fb o Instagram: quale ti rappresenta di più?
Non vado matta per nessuno dei tre. Uso Fb per comodità, ma con scarso entusiasmo.

10– Ricevi una pessima recensione: come ti comporti?
Mi deprimo.

11– Hai mai letto un manuale di scrittura o frequentato corsi?
Ho frequentato il Master in Tecniche di Narrazione della Scuola Holden, dove mi sono diplomata nel 2007 e ho letto svariati manuali prima, dopo e durante il corso.

Le mie domande, invece, sono improntate sulla lettura.

1– Quale libro secondo te dovrebbe essere letto nelle scuole?
2– Quale libro sarebbe da togliere dai programmi scolastici?
3– Quale libro ha segnato la fine della tua infanzia o comunque ti ha accompagnato in quel passaggio?
4– Nomina 4 ingredienti che speri di trovare quando inizi una lettura
5– Nomina 5 cose che speri di NON trovare quando inizi una lettura
6– Non se ne può più di libri che parlano di...
7– Non ci sono abbastanza libri che parlano di...
8– Quale adattamento cinematografico di un libro che hai letto ti è piaciuto di più?
9– Quale adattamento cinematografico di un libro che hai letto di ha fatto venir voglia di uccidere il regista?
10— Quale finale ti ha fatto venir voglia di torturare l'autore?
11– Quale personaggio letterario vorresti essere

Il mio vuole essere un gioco libero. Se qualcuno ha piacere a rispondere alle mie domande, io ne sarò felice. Alla fine, come si diceva, ogni occasione è buona per parlare di libri e di scrittura

18 commenti:

  1. Grazied di cuore per la nominescion, sarò felice di rispondere alle tue intriganti domande, mentre è stato un piacere leggere le tue risposte per conoscerti un po' meglio.
    Sandra

    RispondiElimina
  2. Belle le tue risposte, non credevo ti deprimessi se ricevi una rece negativa!!
    Ora rispondo alle tue domande:
    1– Quale libro secondo te dovrebbe essere letto nelle scuole?
    La Divina Commedia già c'è. In ogni caso, proporrei molte cose moderne affiancandole ai classici. Ma è impensabile fare i Promessi Sposi per un anno intero ( o più), quasi mi fan sentire deficiente.

    2– Quale libro sarebbe da togliere dai programmi scolastici?
    Nessuno, i classici ci vogliono. Ma studiati in modo diverso.

    3– Quale libro ha segnato la fine della tua infanzia o comunque ti ha accompagnato in quel passaggio?
    Credo l'opera di Allan Poe.

    4– Nomina 4 ingredienti che speri di trovare quando inizi una lettura
    Ce n'è solo uno: il brivido di intimo piacere che si prova quando una cosa ti piace.

    5– Nomina 5 cose che speri di NON trovare quando inizi una lettura
    Buchi narrativi, illogicità, scarsa genialità, piattume e mancanza di fantasia.

    6– Non se ne può più di libri che parlano di...
    mostri in chiave sessual-adolescente.

    7– Non ci sono abbastanza libri che parlano di...
    ...storie normalissime, tipo Stand by me.

    8– Quale adattamento cinematografico di un libro che hai letto ti è piaciuto di più?
    Direi che proprio Stand by me e Shining addirittura superano il cartaceo, per me.

    9– Quale adattamento cinematografico di un libro che hai letto di ha fatto venir voglia di uccidere il regista?
    E' un fumetto, ma il film A History of Violence non mi piace proprio...

    10— Quale finale ti ha fatto venir voglia di torturare l'autore?
    Non è un libro nemmeno in questo caso, ma il finale di Ranma 1/2 mi ha deluso... anzi di più.

    11– Quale personaggio letterario vorresti essere?
    Gordie LaChance mi piace molto.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ricevo una recensione negativa non rompo le scatole al mondo: mi deprimo per conto mio, ma poi mi passa.

      Invece sai che A History of Violence mi è piaciuto di più del fumetto, che pure ho apprezzato...

      Grazie mille per le tue risposte, le ho trovate molto interessanti!

      Elimina
    2. A me il film mi è sembrato una storia di quelle d'azione alla Stallone (bada bene: le adoro), ma il fumetto l'ho trovato più profondo! Boh^^

      Moz-

      Elimina
    3. Cronemberg aveva l'intenzione di fare una riflessione sulla violenza, se sia o no innata nell'essere umano. Non so se è perché conoscevo quest'assunto di partenza (all'epoca in cui uscì, al master seguivo il corso di critica cinematografica e avevamo analizzato altre opere di Cronemberg) o per motivi del tutti estranei (è il primo film che il Nik mi ha portato a vedere... Che romantico!), ma a me continua a piacere.

      Elimina
    4. PS: prima sono sempre io
      Tenar

      Elimina
  3. Grazie per aver partecipato!
    Sarei molto curioso di leggere il tuo trattato di riabilitazione per gli avverbi ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che lo scriverò, mi limiterò, naturalmente, a usare gli avverbi in –mente, dimostrando che, se usati moderatamente, non mordono!

      Elimina
  4. Ciao Tenar, quest'anno per la Rill hai scritto qualcosa? Ci sarete a Lucca?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche se saremo lì solo sabato (purtroppo)

      Elimina
  5. Grazie per la nomination!
    Siccome ne ho ricevuta anche un'altra, nel post di oggi risponderò a tutte le domande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetto le risposte!
      Tenar

      Elimina
  6. Grazie mille, che bella iniziativa. Sarà un ottimo argomento per il post del sabato. Però alcuni blogger che conosco sono gli stessi tuoi, li posso nominare a mia volta? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne ho idea, so che c'è già qualcuno con 22 domande a cui rispondere, magari è meglio non sovraccaricarlo...

      Elimina
    2. Qualcuno a caso? ;)
      Anche io vi ho risparmiate, ma se volete rispondere ugualmente nei commenti al mio post sono curiosa :p

      Elimina
  7. Grazie di avermi nominata! Non so se parteciperò, perché avendo la memoria di un lombrico alcune tue domande sono una vera sfida. (Chiedo scusa al lombrico.) Concordo sugli avverbi in -mente. Non spesso e non per poter usare verbi sciatti, ma si potranno pure usare, poveretti!

    RispondiElimina