mercoledì 9 marzo 2016

Complotto!


  Da qualche parte in Italia, in uno oscuro sotterraneo, poco tempo fa...

– Mio signore, il portale è quasi aperto, presto i Grandi Antichi saranno tra noi.
– Benissimo, sono decenni che noi Adepti ci adoperiamo per questo obiettivo. Cosa resta ancora da fare?
– Serve altra energia blasfema. Per rompere le leggi dello spazio-tempo e portare il portale a piena apertura dubbiamo convogliare ancora più forza negativa!
– Ancora? Eppure il 99% della nostra burocrazia è studiato da appositi scienziati per generare energia blasfema negli utenti. È provato che le bestemmie delle persone calme sono la nostra fonte energetica principale, ma è impossibile causarne ancora di più...
– Ehm... Mio signore... Proviamo ancora con gli insegnanti?
– Con gli insegnanti? È pur vero che l'anno scorso, quando abbiamo obbligato un sacco di persone a spostarsi su e giù per l'Italia grazie alla fase B di assunzioni la messe è stata ottima, ma non vedo cos'altro si possa fare.
– Ci sarebbe il Nuovo Concorso a Cattedra... Iniziamo col il cambiare le nomenclature delle classi di insegnamento...
– Ottima idea! Ma non cambiamo i codici, usiamo quelli vecchi, ma rimescoliamoli completamente... 


Altrove, poco tempo dopo...

 "La classe d'insegnamento per cui desidera partecipare al concorso è Violoncello nei conservatori sperimentali"
– Ma come caspita è possibile se sono dieci anni che insegno matematica!!! Ma porc***! Ma ****!!!


Non sono riuscita a trattenermi, scusate. Ormai la follia del concorso mi ha risucchiato completamente, ho il cervello in pappa e ad alcune domande non riesco a dare risposte razionali.
Non ho ancora inviato l'iscrizione, ma credo di aver capito come evitare di selezionare violoncello o cose simili, per il momento è già una gran cosa.
Intanto, godiamoci i fiori.


21 commenti:

  1. Il fiore è bellissimo però. Mi spiace per il delirio planetario. Sandra

    RispondiElimina
  2. Un respiro. Profondissimo!

    RispondiElimina
  3. @ Massimiliano, Sandra e Marina
    Non penso, in realtà, che gli insegnanti siano messi peggio di altre categorie, vedo solo la burocrazia con cui ho a che fare io...
    Ma a voi non è mai venuto in mente che certa burocrazia italiana sia studiata appositamente per far impazzire le persone (la famosa "casa che rende folli" di Asterix)? Ho pensato a chi potesse mai trarne giovamento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più passa il tempo più mi rendo conto che la burocrazia "cattiva" (quella fatta apposta per penalizzare certi gruppi di persone) sta lasciando il posto alla burocrazia "ignorante" (quella generata da qualcuno che non si rende conto di quello che fa). È triste, ma è il diretto risultato della nostra classe dirigente: persone che non sono più nemmeno in grado di rubare o delinquere con cognizione di causa.

      Elimina
    2. Sì, sì, lo penso eccome. Non ti dico per far cambiare le piastre di un defibrillatore, e puoi immaginare in unità coronarica quanto le usiamo... Burocrazia e ostacoli per tutto, e poi siamo sotto di personale e tant'è, ogni hanno sforniamo nuovi laureati in scienze infermieristiche ma non li assumono vanno a fare i precari qua e là... la casa dei folli, hai ragione, l'apparato burocratico è la casa dei folli.

      Elimina
    3. come sai mi sono scontrata con la burocrazia più volte e ci ho rimesso pesantemente, per cui sì, ognuno ha la sua categoria ma prima o poi finiamo tutti col farci i conti. Bacione Sandra

      Elimina
    4. Dopo averti riletto, mi è salita la carogna. Ministero della Sanità e Ministero della Pubblica Istruzione dovrebbero essere dei caposaldi di civiltà, funzionali, all'avanguardia e curati come si cura un fiore in boccio, se penso ai miliardi sprecati, tutti soldi già anticipati addirittura dai nostri nonni. Mi viene un nervoso... poi gli insegnanti dovrebbero essere sacri e la scuola in senso lato un tempio, idem per chi ti cura. Scontato che parlo di chi fa bene il suo lavoro

      Elimina
    5. La cosa più grave è che io ho smesso di fare concorsi nel 1999, allora era un macello di carte, documenti da produrre, tempi infiniti e telefonate che rimandavano da un ufficio a un altro (l'ultimo che ho fatto era una ottava qualifica funzionale per la quale avevo pure superato le prime prove: ero disposta ad andare in Emilia Romagna, che ricordi!). Quanti anni sono passati? Quindici anni? No, di più, e la macchina burocratica non ha subito alcuna evoluzione!
      E non ti parlo delle Cancellerie dei Tribunali, dove mi sono fatta le ossa a suon di ritardi di notifiche che comportavano rinvii di udienze infiniti... Buah, che schifo!

      Elimina
    6. @ tutti
      Ehm... In condizioni normali mi verrebbe da dire "mal comune mezzo gaudio" ma possibile che non ci sia un modo per far sentire questo diffuso malessere, un che so, sciopero contro la burocrazia eccessiva?
      Non so, questo continuo ostacolare operazioni di per sé banali inizia a sfiancarmi... Chissà come sarò acida a 70 anni...

      Elimina
    7. Io me ne sono tirata fuori... e adesso sto molto meglio, ma certo non è voltando le spalle al problema che si trova una soluzione!
      :(
      C'è sempre il solito problema: tutti vorrebbero cambiare le cose dicendo "chi viene a cambiare le cose?", come se dipendesse sempre da qualcun altro... e si rimane impantanati!

      Elimina
  4. Credo che gli oscuri adepti del sotterraneo abbiano preso di mira anche le persone che devono fare visite mediche previo adempimento di tutte le formalità burocratiche. Proprio oggi gli ho fornito un bel po' di energia, nel policlinico dove ho sprecato un paio d'ore prima di concludere ciò di cui avevo bisogno ho cominciato a urlare parolacce con tale intensità sonora che sono intervenuti quelli della security per invitarmi a mantenere la calma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto sommato forse nella mia zona la sanità ancora funzionicchia, quindi di solito si riesce a non uscirne pazzi, ma, a quel che leggo, mai darlo per scontato.

      Elimina
  5. Oh, numi del cielo, guardate giù. L'unica cosa da fare è invocare tutti gli dei più potenti conosciuti in tutte le mitologie: Zeus che scagli i suoi fulmini sulle zucche vuote, Thor che abbatta il suo grande martello sulle zucche medesime, Marte con spada e lancia, Apollo con arco e frecce...

    Ma forse non riuscirebbero nemmeno loro a scalfire la Mostruosa Burocrazia!

    RispondiElimina
  6. Hai reso l'idea della follia normativo/burocratica/orripilante in cui viviamo.

    RispondiElimina
  7. Meno male che ci sono i fiori. X_X

    RispondiElimina
  8. la mutua dovrebbe passarci fior fiori di corsi zen

    RispondiElimina