mercoledì 18 ottobre 2017

Seguendo la cometa 28 – Età


Eccoci.
È passato un anno, la pupattola ormai sgambetta in autonomia, irriconoscibile dal fagottino minuscolo che abbiamo preso in braccio la prima volta.
Era inevitabile arrivare anche in fondo a questo lungo racconto.

Un GRAZIE ENORME a Viola, che ha reso possibile questo racconto, dando forma di volta in volta ai miei appunti.

E GRAZIE a chi ha seguito questo racconto.

19 commenti:

  1. Ooooh. Alla fine mi sono commossa! Sono contentissima per voi!!!
    Poi, sicuramente è stata una sorpresa non indifferente quella dell'età... ma ve la siete cavata bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la siamo cavata, ecco. Bene o male ce lo dirà il tempo. Di certo siamo felici.

      Elimina
  2. E Viola ha completato egregiamente il compito con una figura a colori!
    E via, verso mille nuove storie con la Pupattola. Già un anno, banale ma davvero volato.

    RispondiElimina
  3. Ce lo avevi anticipato questo equivoco sull'età molto più bassa di quanto vi avevano detto, comunque vederlo in formato storia a fumetti è davvero "divertente", cioè, capisco il disagio che avete avuto quando lo avete scoperto, ma di fronte a eventi così belli tutto passa subito in cavalleria e resta solo la gioia di avere tra le braccia la "pupattola" come la chiami sempre, e l'ultima vignetta lo esemplifica perfettamente :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul subito ha vinto il panico. Poi è arrivata la gioia.

      Elimina
  4. Un po' di nostalgia pensando che sia l'ultima puntata.
    Ma il percorso genitoriale apre sempre nuovi capitoli... chissà.

    Grazie per aver condiviso queste esperienze e averci fatto sorridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi! Grazie a te in particolare che hai fatto tutte le scansioni!

      Elimina
  5. Bellissima fine con il disegno a colori. 🌹
    Ma la fantastica avventura continua fra le pareti di casa.
    Tanti auguri e complimenti a Viola per le illustrazioni fantastiche.

    RispondiElimina
  6. Molto bello! Ricordo che c'era stato un errore con la data di nascita della pupattola (che ormai è una signorina), ma in fondo è andata bene così: avete potuto allevarla fin dal vero inizio della sua vita.
    Mi dispiace che l'avventura a fumetti sia finita, ma continuerò a seguire quella nella vita reale. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari facciamo qualche spin-off. La parte burocratica dell'adozione non è del tutto conclusa e qualche spunto lo dà sempre...

      Elimina
  7. C'è stato un grande consumo di sali, a quanto vedo! L'ultimo disegno a colori è bellissimo, come un raggio di sole.

    RispondiElimina
  8. Mi mancherà tantissimo questa esperienza. Spero sempre che il Capo (Tenar) si studi qualche giallo a fumetti.... O una storia per bambini...!!!

    RispondiElimina
  9. Grazie di aver condiviso con noi questa vostra esperienza così importante e piena di emozioni.

    RispondiElimina
  10. E' una storia meravigliosa.
    Credo che se le procedure fossero più semplici, non ci sarebbero così tanti bambini grandicelli in attesa.

    RispondiElimina