domenica 8 novembre 2015

Sherlock Holmes e il caso della Morta scomparsa – racconto in e-book per Delos Digital


È già possibile ordinare su Amazon, sul Delos Store o su qualsiasi altro store on-line che aggradi il mio nuovo e-book, in vendita da martedì 10 novembre a 0,99€ (meno di un caffè!)

SHERLOCK HOLMES E IL CASO DELLA MORTA SCOMPARSA
"In Italia sotto falso nome, Sherlock Holmes deve scoprire chi ha rapito 
la Morta di Agrano,
una mummia centenaria ritenuta miracolosa"

Dicembre 1891. Sherlock Holmes è ufficialmente morto in Svizzera nel maggio di quell'anno, lottando contro Moriarty. In realtà è passato in Italia sotto falso nome e ora è ospite di un nobile italiano legato al servizio segreto inglese, in attesa di partire per l'oriente.
È solo, lontano da Londra, dal suo amato violino, dall'attività di consulente detective e cerca di fare a meno anche della cocaina. Quando un contadino viene a riferire al suo anfitrione che qualcuno ha rubato una mummia, ritenuta miracolosa e conservata in una chiesa della zona, gli sembra di aver ricevuto un inaspettato regalo di Natale! Holmes si lancia a capofitto in un'indagine il cui resoconto può essere scritto solo in una lettera che non verrà mai spedita, insieme alle considerazioni sul suo esilio, volontario, sì, ma non per questo meno doloroso.

Questo racconto è stato finalista al concorso GialloLuna Giallo Mondadori nel 2013 ed è stato pubblicato in forma cartacea sulla Sherlock Magazine.
Inoltre (e ci tengo particolarmente) è dedicato a Ecomuseo del Lago d'Orta e del Mottarone, l'associazione senza la quale non avrei mai scoperto la storia della Morta di Agrano.

Uno sguardo dietro le quinte
Questo è uno dei racconti più difficili che mi sia trovata a scrivere, cosa che, ovviamente, lo rende speciale ai miei occhi. Ogni riga è stata una sfida e una lotta per una serie di motivi:

– Si tratta dell'unico racconto che abbia mai tentato dal punto di vista di Holmes. Ho capito subito perché Doyle stesso ne abbia scritti solo due (Il soldato sbiancato e La criniera di leone). Seguendo le orme del maestro ho voluto lasciare all'inizio libertà d'espressione al nostro detective, imbrigliandolo solo dopo qualche pagina nella struttura classica del racconto. Ora, per Holmes è normale pensare a sette/otto cose contemporaneamente, fare fulminei collegamenti e fare ondivaghi percorsi mentali per collegare due punti. Per noi un po' meno. È stato interessante, snervante e divertentissimo cercare di rendere questi processi mentali su carta, mantenendo un minimo di comprensibilità.

– Questo racconto è basato su una serie di fatti storici, affascinanti quanto oscuri. La storia unica della Morta di Agrano, una mummia naturale ritenuta tutt'ora miracolosa e che le gerarchie ecclesiastiche hanno tentato in vari modi di osteggiare. L'ancora più incredibile storia della famiglia Solaroli, originatasi da un avventuriero che sposò una principessa indiana e che, durante il risorgimento, tenne i contatti tra il regno sabaudo e i servizi segreti inglesi. Il fascino per l'arte egizia e le difficoltà tecniche e burocratiche di scavi archeologici in quel paese. Unire tutti questi elementi senza tradirli per creare una storia mi ha divertito, impegnato e fatto sudare non poco.

– Questo è il primo racconto sherlockiano in cui affronto, sia pure di sponda, il tema della droga. Per certi versi, se Holmes non avesse questi problemi di dipendenza sarebbe infinitamente meno interessante ai miei occhi (potrei credergli, quando dice di essere cervello e non cuore), d'altro canto trattare bene in un racconto questa tematica è tutt'altro paio di maniche. Qui ho Holmes in crisi d'astinenza. A livello di trama la cosa ha un impatto relativo, ma dal punto di vista stilistico no. Volevo dare l'idea della forza e insieme della vulnerabilità di Holmes, di quello che avrebbe voluto o non voluto dire. A voi stabilire come me la sia cavata.

Domande e questioni pratiche
Un solo racconto, ma quanto mi costa?
0,99€, neppure un caffè.

In quali store on-line posso acquistarlo?
Tutti. 
Ad esempio qui

Quali formati sono disponibili?
Copio-incollo dal sito:  EPUB per iPad, iPhone, Android, Kobo o altri ebook reader, Mac o PC con Adobe Digital Editions


MOBI per Kindle, Kindle Fire
(potrai scegliere quale formato scaricare direttamente dalla tua pagina di download)

Ma io non ho un e-reader!

Nessun problema. Il formato EPUB è leggibile da qualsiasi Mac, Pc, iPad o dispositivo Android (tablet vari) e il programma necessario per leggerlo è gratuito e si scarica con facilità (del tipo ci sono riuscita pure io)



Infine un grande, ENORME ringraziamento a tutti colore che rendono la vita di Sherlockiana possibile, a quelli che conosco e a coloro che ignoro del tutto, ai lettori e a tutti coloro che permettono ad Holmes di continuare ad indagare.

8 commenti:

  1. Ma tu sforni storie di Holmes in continuazione!
    Complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà mi obbligo di scrivere di Holmes solo da ottobre a gennaio, lo trovo molto invernale. Questo racconto è del 2013 e ha fatto parecchia strada, rimbalzando tra diversi concorsi letterari: a volte la via della pubblicazione è lunga, ma alla fine si può arrivare in un porto sicuro

      Elimina
  2. Incredibile! Un altro!?! Sto rimanendo indietro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È solo il terzo e si legge in una sera!

      Elimina
  3. Ma che scema, mi ero persa questo post! (Ero in montagna) Oggi stavo riguardando la colonna con i tuoi romanzi/racconti pubblicati e non mi tornavano i conti!!! Evvai uno nuovo. Grande Antonella, davvero. Sandra

    RispondiElimina