venerdì 3 luglio 2020

Letture per l'estate – Le cronache delle Ley




Sono del tutto incapace di promuovere i miei scritti, questo è un fatto.

Non mi capacito del fatto di inciampare così spesso da persone che lo fanno per me, con le parole che vorrei usare io e che, invece, io non so usare.
Questa volta il mio grazie va a Andrea Guido Silvi che ha dedicato ai miei racconti il pezzo che tutti gli autori sognano. Lo trovate qui

L'estate ormai è iniziata e io non posso non consigliarvi le mie Cronache delle Ley come compagnia in queste giornate.
Perché è una buona idea leggerle?

– In questa calura vi troverete catapultati in un mondo altro, il Leynlared, una terra ispirata, a livello paesaggistico, ai paesi baltici. Preparatevi quindi a lunghi inverni bui, distese di neve e brevi estate fresche.

– Gli ebook sono comodi da portare in vacanza. Costano poco e pesano meno! Sono comodi, sempre a disposizione in borsa, ideali da leggere in spiaggia, sul terrazzo o a bordo piscina. 

– Racconti o romanzo? Non è necessario scegliere! 
Come Andrea spiega meglio di me, queste quattro pubblicazioni, che si articolano in cinque racconti, formano di fatto un romanzo che racconta come Amrod del Leynlared arrivi a conquistare il trono.
La struttura a racconti, tuttavia, permette di guardare la storia da diversi punti di vista, differenti sguardi sul mondo che riescono a rendere una visione a 360° della vicenda.

– Una sola storia, cinque storie.
Gli amori impossibili sono quelli che cambiano il mondo è il filo rosso che lega i personaggi attraverso le vicende di un paese precipitato nella guerra civile.
Ma quali sono gli amori impossibili? 
Quello che ha rovinato Torvin an'Parshi, che ha portato lui all'esilio e la sua amata al suicidio?
Quello segreto e indicibile tra il giovane principe Amrod e il segretario di suo padre?
Quello tra il semplice pastore Ven e la giovane maga appartenente a un popolo diverso, separato dal suo da secoli di pregiudizi?
Ognuno di loro dovrà fare le proprie scelte, tutti ne pagheranno il prezzo.

Non vi resta che venire in vacanza nel Leynlared e lasciarvi trascinare dall'avventura!

7 commenti:

  1. L'articolo è davvero splendido e l'ho commentato. La promozione è un caos, al di là del tempo e delle competenze, che servono entrambe, occorre anche trovare una chiave (o spenderci badilate di soldi) ma l'esito rimane comunque incerto. Ho visto che sei su instagram, ma non lo utilizzi. Io, dopo 2 mesi di fatica e nervoso, inizio perlomeno a trovarmici bene. Non abbandonero mai il blog, è proprio un altro tipo di comunicazione, però vedo che x i libri va tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero iscritta a istagram in realtà con l'idea di usarlo per le foto dei lavori dei ragazzi fatti in classe. Poi è arrivato il covid e non ci ho più neanche pensato. Il tuo è un ottimo consiglio, spero di avere il tempo per prenderci la mano.

      Elimina
  2. Ho letto l'articolo, molto efficace. Promuovere i propri libri è sempre difficoltoso, concordo con te sul fatto che gli eBook in vacanza sono comodissimi da portarsi dietro per leggerli in ogni momento opportuno della vacanza, ovviamente se si va in vacanza, io sono ancora del tutto immersa nel lavoro con la prospettiva di fare ferie vuote di viaggi data la situazione...
    Tornando ai tuoi libri trovo che la frase "Gli amori impossibili sono quelli che cambiano il mondo" sia bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi abbiamo osato prenotare, ma con l'opzione "disdici anche all'ultimo". È molto difficile fare programmi quest'anno e mettiamo in conto di poter rinunciare all'ultimo momento. Ma anche a casa ci vuole qualche libro "da vacanza"

      Elimina
  3. Recensione molto curata quella di Silvi, complimenti. Del resto, se l'oggetto dell'analisi e del giudizio è un ottimo prodotto...! ;)

    RispondiElimina
  4. I primi giorni volevo buttare tutto all'aria, poi con pazienza, l'aiuto del nipote e un approccio diverso, lo sto trovando molto utile e funzionale.

    RispondiElimina